Ha i denti macchiati di bianco

“Ipoplasie dello smalto” noi definiamo un quadro di difetti macroscopici (abrasioni, fossette, irregolarità) localizzati sulla superficie del dente.

Domanda: Mia figlia di 9 anni e mezzo ha i denti (in particolar modo gli incisivi superiori) decisamente macchiati di bianco! Il dentista dice che la causa è dovuta probabilmente al fatto che all’età di 3 anni, seguendo l’indicazione del pediatra, abbiamo interrotto l’assunzione del fluoro che aveva fino allora regolarmente preso fin dai primi mesi di vita. Interruzione voluta dal pediatra di allora (abitavamo a Parigi), in quanto sosteneva che di fluoro i bambini ne assumono in quantità già sufficiente nella odierna alimentazione (vedi acqua minerale…). Tornati però in Italia, all’età di 6 anni, la pediatra ha voluto che la bambina riprendesse assolutamente il fluoro. In conclusione dove ho sbagliato? Ci sono dei rimedi per queste macchie?

Risposta: È difficile dare una risposta senza visitare la bambina, quindi mi limiterò a rispondere genericamente e non sul caso specifico, lei ne trarrà comunque le necessarie conclusioni. Le discromie dentali (cioè i difetti di colorazione dello smalto dei denti) possono avere varie cause, e l’eccesso di fluoro può essere una di queste. Invece, con il termine di “ipoplasie dello smalto” noi definiamo un quadro di difetti macroscopici (abrasioni, fossette, irregolarità) localizzati sulla superficie del dente. Questi possono essere difetti molto seri con depressioni di varia forma e grandezza sulla superficie dello smalto o semplicemente delle macchie bianche per difetti di mineralizzazione localizzati. Derivano da alterazioni generali della formazione del dente, le lesioni interessano tutti i denti di un medesimo gruppo e sono simmetriche (lato destro colpito come il sinistro).

Quando però tali lesioni sono localizzate solo su alcuni denti l’eziologia (la causa) è in rapporto ad un infezione pulpo-parodontale (carie destruente) oppure ad un trauma intrusivo del deciduo corrispondente (è sufficiente il contatto tra la radice del dente di latte e la corona del dente in formazione). Altro discorso è invece la fluorosi, legata ad un sovradosaggio di fluoro al momento della mineralizzazione dei denti. I denti appaiono giallastri, leggermente opachi, con delle macchie più chiare lattiginose, la superficie presenta dei leggeri avvallamenti delimitati da un alone giallo e sulle zone lisce c’è in genere un alternanza di strisce biancastre e brune. La fluorosi colpisce tutti i denti se la contaminazione si è prolungata per tutto il periodo di mineralizzazione della corona.

La colorazione è irreversibile. Si tratta di un evento non frequente, dovuto evidentemente ad un errore nelle quantità di fluoro somministrato: rispettando le dosi corrette, il fluoro è certamente utile a rinforzare lo smalto dei denti e non lo danneggia. E’ però importante quanto le è stato detto: l’integrazione di fluoro con prodotti specifici non va fatta solo nelle (poche) situazioni dove il fluoro è naturalmente presente nell’acqua (zone vulcaniche) o dove viene aggiunto apposta nell’acquedotto (come si usa fare in alcuni Paesi esteri).

Categorie

In evidenza

Ha una paura folle del dentista

È dimostrato che i bambini sono in grado di "rivivere", nel vero senso fisico del termine, una brutta esperienza trascorsa se qualcuno o qualcosa...

Il ciuccio deforma il palato?

Il problema del ciuccio è comune a molti genitori. Non esiste un'età in cui sia meglio toglierlo, ma una volta presa la decisione, non...

Ha la placca sui denti

L'igiene orale, con una garza umida e con uno spazzolino morbido, è corretta, e molto probabilmente non si tratta di placca quanto di macchie...
Apri chat
1
Hai una domanda?
Hello there 👋
How can we help you?